Menopausa e Osteoporosi i consigli utili - Menopausa

Osteoporosi e Menopausa

Menopausa.com
Ago 24, 2015
319 Views 10 Comments

CONSIGLI UTILI

L’osteoporosi è una vera e propria malattia sociale, degna di particolare attenzione, sia in merito alle possibilità di prevenzione sia alle diverse opportunità terapeutiche.

L’osteoporosi è caratterizzata da una rarefazione dell’osso, che diventa poroso e quindi più fragile e leggero.

E’ una malattia che si manifesta nell’età avanzata e nella donna subito dopo la menopausa, quando può assumere un decorso anche molto rapido. In realtà non esistono differenze significative tra le due forme, se si esclude il fatto che la perdita di massa ossea risulta essere più intensa nelle donne in menopausa : gli ormoni sessuali femminili (gli estrogeni), sono infatti importanti stimolatori delle cellule che provvedono alla sintesi del tessuto osseo e la loro diminuzione nel sangue, come accade nel periodo della menopausa, comporta una conseguente riduzione nella formazione della massa ossea dello scheletro femminile, che può raggiungere persino livelli massimi del 3% l’anno.

PREVENZIONE DELL’OSTEOPOROSI

La terapia preventiva dell’osteoporosi rappresenta il mezzo più efficace per combattere e vincere tutti quei fattori che riducono la mineralizzazione dell’osso, esponendolo al rischio di fratture dolorose e lesioni irreversibili.

Il ritmo della rarefazione del tessuto osseo può essere rallentato agendo su più fronti:

IGIENE DI VITA

Condurre uno stili di vita sano e corretto significa evitare il più possibile il consumo di alcolici, di caffè, di sigarette, per far sì che si mantenga sempre più costante l’equilibrio fra il quantitativo di calcio che introduciamo nell’organismo e la quantità eliminata con le urine; significa anche esporsi ai raggi solari, per favorire a livello della cute, la sintesi della Vitamina D, fondamentale per l’assorbimento del Calcio e del Fosforo.

Per le donne in menopausa è bene cercare di mantenere alti (in assenza di controindicazioni) i livelli di estrogeni nel sangue, con una terapia sostitutiva mirata che contrasti la perdita ossea correlata al periodo.

Riguardo ciò , i pareri sono molto discordanti.

ESERCIZIO FISICO

L’esercizio fisico aumenta la massa ossea e riduce la sua decalcificazione, favorendo i processi di mineralizzazione e quindi la deposizione di calcio.

Favorite quindi lunghe passeggiate, bicicletta ed esercizi a corpo libero.

ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA

Alcuni, a torto, ritengono che il Calcio sia necessario soltanto durante il periodo della crescita per la corretta mineralizzazione delle ossa, dei denti e della contrazione dei muscoli del corpo.

Niente di più sbagliato. Le ossa si riformano continuamente durante la vita e se l’assunzione alimentare di Calcio non è in grado di sopperire alle perdite giornaliere ne risulta un grave deficit per l’organismo e col tempo una graduale, ma seria, rarefazione del tessuto osseo che accelera inevitabilmente il processo.

Ecco perché è assolutamente necessario seguire sempre una corretta alimentazione privilegiando il consumo di Calcio (latte, formaggi, yogurt, gelati, verdure, salmone) soprattutto poi in particolari momenti della vita che richiedono quantità maggiori del prezioso minerale, come l’adolescenza, la gravidanza, l’allattamento, LA MENOPAUSA e l’età senile.

La donna sana in menopausa può avere la stessa (o simile) alimentazione della donna adulta sana, non dimenticando l’età e la situazione ormonale, in particolare sul consumo di cereali e derivati, carni magri e pesci, ortaggi e frutta fresca, olio extra vergine di oliva come grasso da condimento, latte parzialmente scremato.

Una buona fonte di Calcio si trova nell’acqua; è buona norma bere almeno lt. 1,5 al dì (circa 8 bicchieri ), va bene anche quella del rubinetto di casa.

Ci sono degli alimenti che possono rallentare l’assorbimento del calcio; si consiglia infatti di non superare il consumo di 35 gr. di fibra al giorno.

Il Calcio è contenuto anche in cavoli, bieta, rucola, radicchio, frutta secca e legumi.

In menopausa non c’è motivo di proibire il vino, a meno di precise controindicazioni, con l’unica raccomandazione di berlo solo ai pasti e nelle quantità massime indicate per la specifica fascia di età.

COME COMPORTARSI 

L’ideale sarebbe quello di sfruttare l’aumentata disponibilità di tempo libero per praticare una buona attività fisica e per curare la tua alimentazione: cercando il più possibile di mantenere una dieta equilibrata e ricordati che ogni alimento ha un suo preciso ruolo nel contesto dell’alimentazione quotidiana, è sbagliato eliminare indiscriminatamente interi gruppi di alimenti a favorendone degli altri.

Cerca di non esagerare con latte e formaggi, nonostante il loro cospicuo contenuto in calcio; se del caso preferisci latte parzialmente scremato e tra i formaggi scegli quelli a minor contenuto di sale e grassi.

Consuma quotidianamente ortaggi di colore giallo e verde e frutta fresca. Si consiglia un’alimentazione cromatica con uva, kiwi, arance, carote, peperoni e broccoli.

Non ti dimenticare che durante la menopausa il sovrappeso e l’obesità, la sedentarietà, la stitichezza, il fumo di sigaretta e l’abuso di alcool rappresentano IMPORTANTI FATTORI DI RISCHIO.

Ricordiamo che la menopausa è una fase normale della vita, non una malattia; semplici accorgimenti

ci possono aiutare ad eliminare o arginare i disagi che essa comporta.

 

LA DIETA PER LA DONNA IN MENOPAUSA PRESENTATA A EXPO 2015:

OMEGA 3, VITAMINE E ANTIOSSIDANTI

Si consigliano:

 Cibi ricchi di OMEGA 3, un acido grasso essenziale di cui è ricco il pesce azzurro, per prevenire il declino cognitivo oltre che le malattie cardiovascolari.

Consumo di olio extra vergine di oliva, ricco di un potente antiossidante, la vitamina E.

Limitare il consumo di alimenti raffinati ad elevato carico glicemico.

Consumare alimenti contenenti antiossidanti e fitoestrogeni: aglio, cipolle, broccoli, salvia, rosmarino e legumi. (qualora non ci siano specifiche controindicazioni)

EVITARE SOSTANZE STIMOLANTI CHE FAVORISCONO LE VAMPATE DI CALORE E L’INSONNIA (IN PARTICOLARE LA SERA).

10 Comments

  1. Ciao ho 47 anni e pensò di entrare in premenopausa e vorrei un suo consiglio ho due problemi senso di gonfiore e tantissimo male alle ossa ….. Grazie Cristina

  2. Ciao, ho 51 anni,sono in premenopausa, ho le mestruazioni ogni 3/4 mesi ma molto abbondanti,faccio sport arsenico, ma appena smetto mi ingrasso,cosa mi consigli?

  3. Buonasera mi chiamo Barbara ho 61 anni e ho un osteoporosi a rischio frattura, vorrei una dieta da seguire, grazie.

  4. Quali sono gli alimenti sconsigliati alla sera per evitare le vampate? Sono in menopausa da 10 anni e ahimè aumentano invece che attenuarsi e mi provocano molti disagi!????

  5. Salve sono in menopausa da 17 anni, ora ne ho 54, ho il problema della secchezza vaginale.Ha gentilmente qualche prodotto da suggerirmi?Cordiali saluti

Questo sito impiega cookie analitici e di profilazione di terze parti. Proseguendo la navigazione viene espresso il consenso al loro impiego. Per ulteriori informazioni a riguardo o per negare il consenso all'utilizzo dei cookie è possibile prendere visione della nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi