Sesso in menopausa: torna a viverlo serenamente
sesso in menopausa consigli

Sesso in menopausa? Ecco i consigli per tornare a viverlo a pieno

Sessualità | 13.02.2018

Bisogna ammetterlo: spesso in menopausa il sesso diventa un tabù. Può succedere, infatti, di sperimentare un calo del desiderio o di provare dolore durante i rapporti a causa della secchezza intima che compare durante la menopausa. Anche in questo caso i responsabili sono gli ormoni che, con le loro variazioni, possono causare un cambiamento nella nostra sfera sessuale.

Di fronte a questa situazione, la reazione è spesso quella di rassegnarsi al nuovo stato di cose: in molte donne scatta l’idea che in menopausa il sesso non debba essere più bello come prima e che il proprio corpo sia motivo di disagio per sé stesse e il proprio partner.

Niente di più sbagliato! Quando si entra in questa nuova fase della vita, il sesso è una componente fondamentale.

Se sappiamo come combattere i disturbi che possono presentarsi e come mantenere vivo il desiderio, la nostra vita sessuale potrà essere ancora più appagante di prima.

Quando il problema principale è la secchezza intima

Una delle problematiche che si verificano più frequentemente è quella dell’avere dolore durante i rapporti sessuali a causa dell’atrofia vaginale. Quest’ultima porta all’assottigliamento delle pareti vaginali e provoca secchezza, prurito, bruciore e, appunto, dolore. La causa è il calo degli estrogeni in grado di stimolare la lubrificazione delle parti intime. A ciò è possibile rimediare sia attraverso efficaci terapie ormonali, sia attraverso prodotti naturali come gel a base di aloe vera o burro di karitè.

Con le terapie ormonali, l’utilizzo di estrogeni aiuta a ripristinare il normale pH vaginale, ad ispessire e rivascolarizzare l’epitelio e ad aumentare la lubrificazione vaginale.

Soluzioni alternative sono l’uso di lubrificanti e sostanze idratanti, come anche vitamine come la E e la D che sembrano essere efficaci nell’aumentare la lubrificazione vaginale.

E se il problema fosse psicologico?

Secondo alcuni specialisti il calo del desiderio in menopausa è un falso mito e le donne che non vivono il sesso solo come performance ma in modo più profondo con il proprio partner, sono anche più disinibite e serene a letto.

Spesso il problema è la mancanza di autostima che porta ad una riduzione dei rapporti sessuali, al restringimento della vagina e a maggiori fastidi durante l’atto sessuale.In poche parole, non sono solo gli ormoni i responsabili del calo del desiderio e dei disturbi tipici della sfera sessuale, ma anche la dimensione psicologica.

Click to Tweet

Sul calo del desiderio in menopausa, oltre agli ormoni, influiscono anche la mancanza di autostima e il disagio psicologico.

Purtroppo in questo periodo ci capita di sentirci diverse, meno desiderabili, poco attraenti, in una spirale di sentimenti negativi da cui non riusciamo a venire fuori. A volte parlare dei problemi che si possono riscontrare nella vita sessuale può essere difficile. Non riusciamo a confidarci con le amiche, non sappiamo come chiedere consiglio al nostro medico e non abbiamo il coraggio di affrontare la questione con il partner.

Parlarne, invece, è il primo passo per migliorare le cose. Il dialogo spontaneo con il nostro partner ci aiuterà, infatti, a capire quali problematiche ci sono e contribuirà a rafforzare il rapporto. Uno specialista, invece, ci consiglierà un supporto di tipo psicologico, se necessario.

Desideri un consiglio personalizzato?Fai la tua domanda al nostro ginecologo, è completamente gratuito! Clicca qui, e chiedi allo specialista.

Vuoi maggiori informazioni?

<