Menopausa: alleviare i sintomi con lo stretching | Menopausa.com

Menopausa: alleviare i sintomi con lo stretching

Benessere | 13.02.2018

L’attività fisica – come lo stretching – fa sempre bene, ma in menopausa diventa importantissima per gestire al meglio questa nuova fase della nostra vita e alleviare i sintomi della menopausa. Per stare in forma non è infatti necessario un allenamento pesante, basta semplicemente un po’ di moto, una camminata leggera o, ad esempio, un po’ di stretching. Proprio su questa attività si è concentrato un recente studio scientifico secondo il quale 10 minuti al giorno di stretching aiutano ad alleviare molti sintomi della menopausa.

Cosa succede al nostro corpo in menopausa?

È certo che la sedentarietà non fa di per sé bene al nostro organismo e praticare regolarmente un’attività fisica leggera soprattutto durante la menopausa ha degli effetti positivi in generale sulla salute.

Click to Tweet

Bastano 10 minuti di stretching al giorno per alleviare molti dei disturbi della menopausa. Keep on moving!

Durante la menopausa, infatti, il nostro corpo va incontro a determinati cambiamenti come:

  • Un aumento di peso, dovuto al rallentamento del metabolismo basale e quindi ad una maggiore facilità ad ingrassare.
  • Un aumento del rischio cardiovascolare, dovuto ad un aumento dei livelli di colesterolo “cattivo”.
  • Una diminuzione della densità delle ossa e la degenerazione delle cartilagini articolari.
  • Una tendenza alla maggiore irritabilità, al cattivo umore e, in molti casi, alla depressione.

Un’alimentazione sana ed equilibrata spesso non basta da sola a mantenere il proprio corpo in salute.

Praticare attività fisica e/o svolgere periodicamente esercizi di mantenimento può aiutarci a ridurre l’impatto di questi cambiamenti e a migliorare alcuni sintomi tipici di questa fase.

Perché praticare stretching in menopausa?

Praticare stretching reca diversi benefici al nostro corpo e aiuta a contrastare tali cambiamenti che si verificano in menopausa. Infatti:

  • Aiuta a tenere a bada i chili di troppo e garantisce una maggiore circolazione sanguigna. Ciò comporta una riduzione della pressione arteriosa e dei livelli di colesterolo cattivo.
  • Prima di attività fisiche come la camminata o il nuoto che sono assai consigliati in menopausa, è importante per aumentare la flessibilità e l’elasticità di muscoli e tendini, migliorare la capacità di movimento e prevenire le contratture muscolari. Tuttavia questo esercizio può essere praticato anche al di fuori dell’attività sportiva e svolge un’azione positiva a livello delle articolazioni, rallentando la calcificazione del tessuto connettivo legata all’invecchiamento e al calo degli estrogeni. In tal senso lo stretching aiuta quindi anche a ridurre il rischio di fratture, in aumento in menopausa a causa della riduzione della produzione di estrogeni determinante una perdita di massa ossea considerevole.
  • Ci aiuta a essere più felici: quando facciamo esercizio stimoliamo la produzione di endorfine e miglioriamo non solo il nostro benessere fisico ma anche quello mentale. Dato che durante la menopausa si soffre di depressione, ansia e stress, fare movimento attraverso lo stretching è una buona idea e ci farà sentire molto meglio qualsiasi attività fisica

Vuoi maggiori informazioni?